Prodotti preferiti per il bagnetto

E ora il grande enigma..quali saranno i prodotti migliori per l’igiene del bambino? Quelli che uso sono davvero ciò che penso o sono specchietti per le allodole? Rovineranno la pelle del bimbo a lungo andare? La risposta è dentro di voi e però è sbagliata[cit.].
A perte gli scherzi, non lo so. E quindi mi documento, parlo con le altre mamme e alla fine, come al solito faccio di testa mia.
Cerco di usare prodotti il meno aggressivi possibile perché il mio bimbo ha una leggera dermatite atopica che si manifesta soprattutto con il freddo. Questo è il motivo per cui sono stata costretta a usare su di me le vagonate di prodotti del supermercato che mi erano state regalate e a spendere milioni in creme nuove per lui.
Al momento sto utilizzando una combo che mi soddisfa abbastanza e che è composta da prodotti di marche diverse, infatti uso il bagnoschiuma Naturaverde bio ‘bagnetto delicatissimo’, anche se voglio trovare qualcosa che mi piaccia di più, non mi convince la profumazione che rilascia e c’è qualche ingrediente aggressivo.
Dopo il bagnetto gli faccio un massaggio su tutto il corpo con una crema idratante della Dadamio, che trovate qui, adatta alle pelli sensibili e delicate e sul viso metto questa crema viso della Weleda alla calendula bio.
Dopo tutto questo rito il più delle volte il bimbo è incazzato nero, non ne può più di essere unto in ogni dove e mi sguilla di mano per andare a cercare un qualsiasi gioco pur di uscire dalla cameretta. Ma siccome io sono una gran rompicoglioni, gli ho preso anche il sapone per le manine, metti il caso che si sporca fra una costruzione e un pentolino da distruggere; nel caso in cui servisse lo lavo con questo sapone della Quarantasettimane.
Di tutti i prodotti che uso l’unico con certificazione ecobio è solo quest’ultimo, ma gli altri, pur non avendo la certificazione vera e propria, ci si avvicinano molto e in questo modo io riesco a tenere a bada questa brutta dermatite. Dite che un giorno mi ringrazierà o deciderà di diventare un eremita allergico all’acqua?
 

Annunci

L’ annoso problema della scelta del seggiolino auto

Devo dire che quando si è trattato di comprare le cose fondamentali per il mio bimbo non ho mai avuto grossi dubbi, riguardo al passeggino e culla avevo già delle idee, stessa cosa per vaschetta, seggiolone, lettino, e via discorrendo..ma la cosa che mi ha fatto passare le notti sveglia è sempre stato il seggiolino auto.
Non sono mai riuscita a capire come mai ogni ditta ne fa di mille tipi, poi ci sono i gruppi che vanno in base al peso, ma mio figlio è sempre stato fuori peso essendo un panzone fin da appena nato, quindi non riuscivo a capire quale fosse il modello adatto.
Insomma, ho usato l’ovetto fino ai 6 mesi, poi ho usato un seggiolino prestatomi da mio cugino per qualche altro mese, fino a quando era così evidente che il mio piccolo stava scomodissimo, che ho deciso che non potevo più aspettare e ho iniziato ad informarmi. Ho letto un po’ di classifiche dei migliori, di quelli con tessuti più atossici, di quelli più comodi e alla fine ho comprato questo, il king ls della Römer, è un po’ grandino, ma mio figlio lì sopra sembra seduto su un trono.
image

Ho trovato un’offerta su Amazon, e l’ho fatto mio, o meglio, suo.
L’ho testato ieri per la prima volta, viaggio di 5 ore, di cui 3 dormite, vi dico solo questo. Avevo le lacrime agli occhi.
Quindi, anche questa, è fatta! Mi preoccuperò del prossimo quando supererà i 18 chili, anche se, se continua così sarà prima dell’estate!