L’origine del caos

No, dico, ma voi a ordine come siete messe?
Io una merda.
No, dico davvero.
Già non sono proprio ordinata di mio, ma da quando è nato mio figlio casa mia è IL caos, il regno del delirio, non c’è un solo oggetto che resti al suo posto per più di dieci secondi. Non posso fare a meno di confrontare il delirio di casa mia con le foto che vedo su instagram, foto perfette di case illuminate da una luce accecante, arredate con mobili bianchi, fiori freschi, poltrone comode e ricercati quadretti sulle pareti..giochi perfettamente riposti nei cesti, bambini puliti e vestiti a festa.

Foto davvero belle.
Ma ora mi chiedo, davvero sono io quella strana, quella che esce di casa alle 8 del mattino per rientrare alla sera, quella che riesce a lavare il pavimento solo nel weekend, quella che si infila i guanti per lavare i bagni alle dieci di sera, quella che guarda inerme il figlio che tira in aria un gioco dopo l’altro e che ogni giorno tira fuori tutti i libri e i pupazzi e le macchinine, quella che fa appassire anche un mazzo di fiori finti, che ha le tovaglie sporche di sugo e il bimbo con la pastina nei capelli, il plaid sgualcito sul divano pronto ad accogliermi per qualche minuto prima di crollare a letto.. A volte mi sento una mamma indecente, altre però guardo mio figlio, che ride e si diverte in mezzo ai suoi giochi buttati dappertutto e alla fine mi chiedo, ma se lui è felice, che problemi mi faccio? Anche io vorrei una casa grande, pulita, luminosa e perfetta, ma non c’è niente da fare, non ne sono capace.. però, per favore, mi dite che non sono la sola??

Annunci

Un pensiero su “L’origine del caos

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...